P. Semeria e l’Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia

VN:R_U [1.9.22_1171]
Vota questo post !
Voto: 5.0/5 (1 voto assegnato)

istituto
                                                       “A far del bene non si sbaglia mai”  

                                                                                                     G.  Semeria                                                                                                                                                      

 

Dopo  l’apertura della prima colonia alpina – a Courmayeur, nell’estate del 1917 –  il Semeria, insieme a P. Giovanni Minozzi, comincia a disseminare sul territorio della Penisola, i primo asili e ricoveri; fin dagli ultimi anni di guerra.

Al termine del conflitto, l’impegno di carità dei due sacerdoti assume, però, forma più organica, con l’istituzione dell’  “Opera Pia per il Mezzogiorno d’Italia” – dal 1920 “Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia” – con la quale vede la luce il primo orfanotrofio maschile ad Amatrice (Rieti) il 15 agosto 1919.

Il 13 gennaio 1921 l’O.N.M.I., con regio decreto n. 23, assume la forma di Ente Morale – in considerazione del suo fine primario, l’assistenza agli orfani di guerra – e viene posto sotto la tutela della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Oggi, delle circa 100 istituzioni create, per gli orfani, nel secondo dopoguerra, rimangono 58  ‘case’ nelle quali suore di numerosi ordini religiosi, proseguono l’attività di educazione e formazione dei Padri fondatori – sotto la guida della Famiglia religiosa dei Discepoli – contribuendo alla valorizzazione culturale, sociale e spirituale del territorio attraverso educandati, scuole paritarie di ogni ordine e grado, case di riposo per anziani, residenze universitarie, centri giovanili,  case di accoglienza e di spiritualità, laboratori professionali.

Esempio concreto di riferimento per i laici, per le famiglie impegnate, l’Opera, conferma, ancora oggi, la missione di assicurare, nel tempo, assistenza morale e civile ai bisognosi, mediante tutte le forme di attività che le condizioni di ambiente e di tempo suggeriscono. Senza dimenticare gli anziani, allora, come oggi, “trascurati, abbandonati come i bimbi, più dei bimbi”.1 

Dal 2004  l’O.N.M.I. è Ente di diritto privato senza scopo di lucro 2.

 

Per approfondire:

  A. L’Opera Nazionale:

  B. Le Case del Nord e del Centro Italia:

  C. Le Case del Sud Italia:

  D. Le altre Case:

                                                

A. Volumi di introduzione all’Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia:

  - G. De Sando “Giovanni Semeria cappellano militare, padre degli orfani di guerra: Ricordi ed aneddoti”, Liber, Milano 1934
» [1.370 copie già scaricate]

  - G. Mesolella “P. Giovanni Semeria tra scienza e fede”, Ed. Dehoniane, Roma 1988
» [4.440 copie già scaricate]

  - E. Patuelli "L'Opera Nazionale per il Mezzogiorno d'Italia nel cinquantesimo anniversario della fondazione 15 Agosto 1919 - 15 Agosto 1969" in "Evangelizare", 1969, n. 8 (agosto), pagg. 1-73
» [472 copie già scaricate]

  - P. Felice M. Sala B. “Padre Semeria Barnabita” (Opus Maior), L.I.C.E. – R. Berruti & C., Torino 1941
» [5.915 copie già scaricate]

 

B. Articoli e saggi:

– P. Giovanni Semeria “lettere pellegrine”, Vita e Pensiero, Milano 1919;

– “‘Le lezioni filosofico – sociali della guerra” nel “Corriere della Sera”, a. XLIV, n. 136, Milano, 17.05.1919, pag. 3;

– “Padre Semeria in America” in “Il Carroccio”, New York, gennaio 1920, pagg. 111 e 128-129, febbraio 1920, pagg. 213, 230-233, aprile 1920, pagg. 232 e 429, giugno 1920, pag. 624; 

– “Charity crowds days before lent” ne “Democrat Chronicle”, a. 88, Rochester, New York, 8 febbraio 1920, pag. 32;

– G. Semeria “Cicero pro domo sua”  nel “Carroccio”, New York, dicembre 1920, pag. 575-577;

– T. Nediani “Padre Semeria”, Ed. Pro Familia, Roma 1921;

– G. Semeria “E venne la guerra” in “Mater divinae Providentiae. Mater orphanorum”, gennaio 1921 [anche in “Evangelizare”, a. XIX, n.4 (marzo 2012), pag. 3];

– “Sui luoghi della catastrofe. L’opera dei soccorsi” ne “La Stampa”, 1.10.1922, pag. 3;

– G. Semeria “Il primo incontro con Don Minozzi fu a Milano …” in “La Madonna della Divina Provvidenza” (Numero unico), “Mater Divinae Providentiae – Mater orphanorum”, novembre-dicembre 1922;

– P. Giovanni Semeria “Un quinquennio di vita benefica” in “Mater Divinae Provvidentiae – Mater orphanorum”, Agosto 1924 [con il titolo “I primi cinque anni del’Opera nostra” anche in “Evangelizare”,  a. IV (1965), n. 2 (febbraio), pagg. 37-40; n. 3 (marzo), pagg. 70-72; n. 4 (aprile), pagg. 101-103; n. 5 (maggio), pagg. 134-136; n. 6 (giugno), pagg. 166-167; n. 7 (luglio), pagg. 198-201; n. 9 (settembre), pagg. 229-230; n. 10 (ottobre), pagg. 262-264; n. 11 (novembre), pagg. 292-294; n. 12 (dicembre), pagg. 324-326; a. V (1966), n. 1 (gennaio), pagg. 5-7; n. 2 (febbraio), pagg. 37-40];

– P. Giovanni Semeria “Un quinquennio di vita benefica” in “Mater Divinae Provvidentiae – Mater orphanorum”, Agosto 1924 [con il titolo “All’origine dell’Opera nostra” anche in “Evangelizare”,  a. XX (1981), n. 5 (maggio), pagg. 9-11;  n. 6 (giugno), pagg. 9-11; 

Amor che vive: l’asilo laboratorio ‘Antonia Fortunato Rapolla’ in Rionero, Stabilimento Arti grafiche Orfanotrofio Maschile di Guerra, Amatrice 1924;

“Il Barbiere di Siviglia al Teatro Nazionale per l’Opera Nazionale orfani di guerra di Padre Semeria” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 108, Milano, 7.05.1925, pag. 5 [sullo stesso tema anche il 9.05.1925 a pag. 3];

“Concerto di Tympanon al Conservatorio” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 120, Milano, 21.05.1925, pag. 3;

– “Su e giù pel mondo: Padre Semeria ha inaugurato a Courmayeur, la Casa degli orfani di guerra di Genova” in “Il Popolo”, a. XXVII, n. 152, Tortona, 16.08.1925, pag. 1;

– “‘Le accoglienze di Potenza” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 207, Milano, 1.09.1925, pag. 2;

– “A favore dell’Opera orfani di guerra” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 228, Milano, 25.09.1925, pag. 6;

– “L’On. Mussolini fra gli orfani di guerra” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 292, Milano, 9.12.1925, pag. 4;

– “Un appello ai senza figli per la protezione degli orfani” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 33, Milano, 8.02.1926, pag. 3 [ripubblicato, con il titolo  “Fervore di opere benefiche e culturli. Per la protezione degli orfani“, anche il 9.02.1926, a pag. 6. Sullo stesso tema “Un vessillo di combattenti e un’opera buona”, 12.02.1926, a pag. 5];

– “Agenti non autorizzati …” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 47, Milano, 24.02.1926, pag. 5;

– “Esecuzione corale-orchestrale in Castello” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 47, Milano, 29.05.1926, pag. 2;

– “Nuove tribune e una festa notturna all’Autodromo” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 203, Milano, 26.08.1926, pag. 4;

– “Le proposte dei Ministeri per il prossimo Consiglio” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 256, Milano, 27.10.1926, pag. 1;

– “La celebrazione natalizia” nel “Corriere della Sera”, a. LI, n. 306, Milano, 24.12.1926, pag. 4;

– G. Semeria “Memorie di guerra offerte per gli orfani a tutti i buoni italiani”, Amatrix, Roma-Milano 1927;

– “Les italiens en Tunisie. Les Père Semeria à Tunis” in “L’Afrique française: bulletin mensuel du Comité de l’Afrique française et du Comité du Maroc”, a. XXXIII, n. 1, janvier,  Paris 1927, pagg. 207, 240; 

– “Le truffe di una signora col pretesto delle «questuo benefiche» nel “Corriere della Sera”, a. LII, n. 267, Milano, 8.11.1927, pag. 7;

–  “Le sale di Palazzo Doria nella grande serata per gli orfani di guerra” in “La Stampa”,  n. 100, 27.04.1928, pag. 6;

– “Un ricevimento benefico a Roma nelle sale di Palazzo Doria” nel “Corriere della Sera”, a. LIII, n. 100, Milano, 27.04.1928, pag. 6;

– “Un incendio distrugge l’orfanotrofio Bernardi di Monterosso” nel “Corriere della Sera”, a. LIV, n. 230, Milano, 26.09.1929, pag. 6;

– “Il Comitato d’amministrazione dell’Opera pro orfani di guerra” nel “Corriere della Sera”, a. LV, n. 4, Milano, 4.01.1930, pag. 2;

– G. Semeria “Un passo decisivo per l’avvenire del’Opera nostra” in “Mater Divinae Providentiae – Mater orphanorum”, novembre 1930;

– G. Minozzi “Padre Giovanni Semeria, servo degli orfani” in “Mater Divinae Providentiae – Mater Orphanorum”, aprile-maggio 1931, a. XII, n. 4-5, ripubblicato anche come Quaderno del “Centro Studi Minozziani”, Potenza 1998;

–  “I lavori del Comitato nazionale dell’Opera pro orfani di guerra” nel “Corriere della Sera”, a. LVI, n. 90, Milano, 15.04.1931, pag. 2;

– E. Vercesi “Padre Semeria servo degli orfani”, Tip. dell’Orfanofrofio Maschile, Amatrice 1932;

– “Nella Città del Vaticano. Una ricca edizione dei Vangeli offerta al Papa” nel “Corriere della Sera”, a. LVII, n. 144, Milano, 17.06.1932, pag. 7;

– “La Mostra del libro religioso d’arte Inaugurata dal ministro Ercole” nel “Corriere della Sera”, a. LVII, n. 223, Milano, 18.09.1932, pag. 3;

– G. De Sando “Giovanni Semeria cappellano militare, padre degli orfani di guerra: Ricordi ed aneddoti”, Liber, Milano 1934, pagg. 81-111;

– “L’Opera per l’Italia meridionale aprirà un ufficio a Milano” nel “Corriere della Sera”, a. LIX, n. 85, Milano, 27.05.1934, pag. 4;

–  G. Semeria “Con Fra’ Galdino alla scoperta dell’Italia meridionale” in “Mater Divinae Provvidentiae – Mater orphanorum”, ottobre 1928, pagg. 15-20 [ripubblicato anche in “Evangelizare”, a. VI (1967), n. 9 (settembre), pagg. 228-230, n. 10 (ottobre), pagg. 261-264,  n. 11 (novembre), pagg. 293-296,  n. 11 (dicembre), pagg. 325-327];

– G. Semeria “In giro per il Sud d’Italia” in “Mater divinae Providentiae. Mater orphanorum”, luglio 1929, ripubblicato in appendice a: AA.VV. “In memoria di Padre Giovanni Semeria. Nel Cinquantesimo della morte”, Roma-Milano, O.N.M.I., 1981, pag. 132;

– G. Semeria “Un passo decisivo per l’avvenire dell’Opera nostra” in “Mater Divinae Providentiae – Mater orphanorum”, novembre 1930;

– G. Minozzi “Il Servo degli orfani”, “Opera nazionale per il Mezzogiorno d’Italia” (Mater divinae Providentiae – Mater orphanorum), apr-mag 1931 (numero unico);

– C. Rossi “Saluto a Padre Semeria” in “La festa. Rivista settimanale illustrata della famiglia italiana”, a. X, n. 17, 22 marzo 1931, pag. 333-334 [ID 17331131-2];

– E. Vercesi “Padre Semeria. Servo degli orfani”, Tip. dell’Orfanotrofio Maschile, Amatrice  1932, pagg. 219, 250-251;

– “La Mostra internazionale d’arte sacra che sarà allestita a Roma nel 1933” nel “Corriere della Sera”, a. LVII, n. 137, Milano, 9.06.1932, pag. 2;

– G. Letta “Profilo dei Fondatori”, Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, Milano 1945;

– F. Chiarelli “Tre quintali di timballo e 23 cinghiali arrosto al pranzo di 1300 orfani di guerra al Quirinale” nel “Corriere della Sera”, a. LXXV, n. 292, Milano, 6.12.1950, pag. 2;

– “Padre Semeria nel ricordo dei Salesiani” in “Bollettino Salesiano”, a. LXXX, n. 11, 1 giugno 1956, pag. 206;

– S. Negro “Sono i più poveri di tutti ma possiedono cento case” nel “Corriere della Sera”, a. LXXXII, n. 290, Milano, 6.12.1957, pag. 3;

– “Come sorse l’O.N. del Mezzogiorno” in “La voce del popolo: giornale amministrativo, scolastico, sociale”, a. 76, 10 ottobre 1959, fasc. 35, pag. 3;

 

——–

1 G. Minozzi in: D. Delfino “La casa per anziani di Ofena”, “Evangelizzare”, dicembre 1995, pagg. 7-8.

2. Fonte: Archivio online del Senato.

 (segue a pag. 2)

 [Ultimo aggiornamento: 31.08.2019, alle ore 10:05]

1 2 3 4