description

Expandmenu Shrunk


Pensieri sull’Oratoria

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo post !
Voto: 5.0/5 (1 voto assegnato)

Biblioteche

– “Dove arrivano i miei ricordi, ricordo che mi volevo far prete. E predicare.” 1

– “Quando sarò grande voglio fare sette prediche al giorno.” 2

– “I predicatori devono essere uomini del loro tempo se vogliono farsi intendere ed ascoltare da quelli a cui e per cui parlano.” 3

– “Ho coscienza di aver predicato Gesù Cristo come San Paolo ai predicatori di tutti i tempi l’ha insegnato e prescritto, predicato sotto quell’aspetto e quella forma che oggi è richiesta, ma predicato Lui.  Questa coscienza mi accompagna e mi assicura.” 4

– “Tutti si facciano onore più che con l’eloquenza della parola, con la tacita, irresistibile eloquenza dei fatti.” 5

– “Parlare per i fanciulli fu e sarà sempre – come lo scrivere per essi – una delle cose più difficili del mondo….  i fanciulli , a cui parlano, stanno buoni sotto l’occhio vigile dei superiori.  La vera prova della loro vera eloquenza starebbe nel vedere quanti restano e tornano ad ascoltare in regime di piena libertà.” 6

– “Nulla mi pare così bello al mondo come I’apologia della fede; perchè niente è così bello come il propagare la verità e I’amore – e niuna verita è così importante come la verità cristiana, nessun amore è più puro ed efficace di quello che ne scaturisce.” 7

Note      

1.  P.G.  Semeria “I miei ricordi oratori” Amatrix, Roma-Milano 1927, pag. 23 
2.  P.G.  Semeria “I miei ricordi oratori” Amatrix, Roma-Milano 1927, pag. 23 
3. P.G. Semeria ” Il pensiero di San Paolo nella lettera ai Romani” Pustet, Roma 1903, pag. VIII
4. Cit in E. Patuelli “, “Padre Giovanni Semeria”, Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, Roma-Milano 1966 pagg. 91-92
5  P. G. Semeria “La Chiesa Missionaria” in “La Chiesa” vol. 2 “Quaderni del Centenario della nascita“, “Eco dei Barnabiti”, Roma 1967, pag. 132
6. G. Semeria “I miei tempi” , Amatrix, Milano 1929, pag. 87
7. G. Semeria “L’arte e l’apologia cristiana nel Quo vadis di Enrico Sienkievicz“, Tipografia della gioventù, Genova 1899, pag. 28.
 

[Ultimo aggiornamento: 21.03.2016, alle ore 17:46]

(Visited 173 times, 1 visits today)

Post correlati

  • Pensieri sull’impegno dei laici - "Se alcuno sta in alto […] non vi è per godersi il posto, ma per compiervi una funzione; non v'è per il bene suo, bensì per il bene altrui. E questo non può essere che il popolo, ancora… […]
  • Pensieri sulla Chiesa - "Dalla mia morte non si tragga argomento alcuno contro una fede alla quale anche morendo voglio rendere testimonianza... La Religione rimane il grande conforto della mia vita, il grande […]
  • La Chiesa evangelica “Il regno di Dio non fa un passo nel mondo se non è portato da volontà e operosità umane” 2     – “Non dimentichiamo di inculcare, certo in alto e in basso, inculcare […]
  • La Carità e la Fede Bibliografia essenziale  A. Articoli del Semeria:   B. Articoli sul Semeria:     A. Articoli e saggi del Semeria: - G. Semeria " Del sentimento religioso considerato come […]

Translate »