description

Expandmenu Shrunk


P. Semeria cappellano militare e la crisi di coscienza

VN:R_U [1.9.22_1171]
Vota questo post !
Voto: 5.0/5 (1 voto assegnato)
Padre Semeria cappellano militare

Lo storico Roberto Morozzo della Rocca all’interno del Programma “I Cappellani militari”, della serie “La Grande Guerra, 100 anni dopo”, prodotto da RAI Cultura, spiega come i cappellani militari – chiamati anche i “soldati di Dio” – furono, a tutti gli effetti, tra le figure più importanti e significative della Prima Grande Mondiale.

I soldati trovavano, infatti, nel proprio cappellano un prezioso confidente, un ponte tra l’orrore della guerra e i ricordi della propria terra o della propria famiglia; una speranza tra la violenza e la morte.

 

La vita di guerra contrastava, però, decisamente, con la formazione umana e religiosa dei cappellani militari e dei preti soldati tanto che, non pochi, cominciarono ad avere seri ripensamenti in merito alle scelte fatte.

Come esempio di queste crisi di coscienza, Morozzo della Rocca, porta il P. Semeria (minuti 9.14-11.00)che, chiamato al Comando Supremo dal Generale Cadorna, dopo essere stato a contatto con le sofferenze del fronte, cadde in una profonda crisi esistenziale che lo costrinse al ricovero in una clinica psichiatrica in Svizzera.

Vedi il docPadre Semeria cappellano militareumentario 

 

 

Per approfondire:

P. Giovanni Semeria e l’ “orribile tentazione”: bibliografia

 

Le testimonianze essenziali: 

– “Semeria a Livorno. La poesia della guerra” in “L’Unità cattolica”, 23.5.1912;

– F. Steno “Padre Semeria e la guerra” in “Il nuovo cittadino”, Genova, 19.03.1916;

– G. Semeria  (c.s.) “La filosofia della guerra in G. De Maistre ”   in “Rivista di filosofia neoscolastica”, Milano, a. VII (1915), fasc. I, pagg. 167-185. Ristampato anche in: G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, pagg. 155-180;

– G. Semeria (Mario Brusadelli) “La guerra di fronte al Vangelo” in “Vita e Pensiero”, Milano, a. VII, 10 marzo 1915, pagg. 72-75. Ristampato anche in: G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, pagg. 327-344;

– G. Semeria  (Mario Brusadelli) “Un pioniere del nazionalismo (J.G. Fichte)”   in “Rivista di filosofia neoscolastica”, Milano, a. VII (1915), fasc. V, 20 ottobre, pagg. 460-477. Ristampato, con la II parte ancora inedita, in: G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, pagg. 129-154;

– G. Semeria “Intorno al principio di nazionalità (Note e discussioni)” in  “Rivista di filosofia neoscolastica”, a. VII (1915), fasc. V, 20 ottobre, pagg. 493-497;

– A.A. Rey “Le nouveau Savonarole de l’Italie en armes” in “Courrier de Vevey”, 20.11.1915;

– G. Semeria “I cattolici italiani e la guerra” in “Vita e pensiero”, a. 1916, pagg. 186-194;

– A. Frescura “Diario di un imboscato”, Cappelli, Bologna 1921;

– G. Semeria “Memorie di guerra”, Amatrix, Roma 1924, pag. 178;

– G. Semeria “Nuove memorie di guerra”, Amatrix, Milano 1928;

– G. Semeria “Il concetto cristiano del dovere e la vita militare” in “Opera nazionale per il Mezzogiorno d’Italia”,
a. 1930, n. 5, pagg. 29-31
 ;

– A.C. Jemolo “Padre Semeria” in “La Nuova Stampa”, 15.3.1956;

– G. Rossini (a cura di) “Benedetto XV, i cattolici e la prima guerra mondiale”, Cinque Lune, Roma 1963. In particolare i contributi di P. Scoppola “Cattolici neutralisti e interventisti alla vigilia del conflitto” (pagg. 95-151) e di T. Gallarati Scotti “Idee e orientamenti politici e religiosi al Comando supremo: appunti e ricordi” (pagg. 509-515);

– A.C. Jemolo “Chiesa e Stato in Italia dall’unificazione a Giovanni XXIII”, Einaudi, Torino 1965, pagg. 171, 212;

– A. Barile “Le Lettere inedite di padre Semeria” ne “L’Osservatore politico letterario”, a. 1966, pagg. 64-77;

– L. Cadorna “Lettere famigliari” Mondadori, Milano 1967;

– G. Minozzi “Padre Giovanni Semeria” (a cura di R. Panzone), Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia, Roma-Milano 1967, pagg. 163-168;

– P. Brezzi “Carità in padre Semeria” ne “L’Osservatore romano”, 24.5.1967;

– F. Aronica “Don Brizio Casciola e la neutralità italiana alla vigilia della prima guerra mondiale, Istituto per la storia del Risorgimento italiano 1971, pagg. 277-304;

– S. Accame “Dal carteggio di Gaetano De Sanctis (1892-1919)” in “Rivista di storia della Chiesa in Italia”, a. XXV  (1972), pagg. 19-78;

– A. Bianco “L’ ‘orribile tentazione’ di Padre Semeria” in “Barnabiti Studi”, n. 1 (1984)pagg. 193-208;

– G. Cosmacini “Gemelli. Il maresciallo di Dio”, Rizzoli, Milano 1985, pagg. 155-159;

– M. Franzinelli “La coscienza lacerata. Padre Semeria e la grande guerra” in “Italia Contemporanea”, n. 197, dicembre 1994, pagg. 719-746;

– A. Boldorini “Padre Semeria guerrafondaio, fascista, modernista, antiromano e filoanglicano?!”, Grafica Bi-esse, Genova 1996;

– A.M. Gentili “P. Giovanni Semeria nel 75° della morte” in “Barnabiti Studi”, n. 23 (2006), pagg. 291-328;

– F. M. Lovison “P. Semeria nella Grande Guerra: un “caso di coscienza” in ”A 75 anni dalla morte del Servo di Dio P. Giovanni Semeria. Una coscienza insoddisfatta”, “Barnabiti Studi”, n. 25 (2008), pagg. 125-264.

 

Note:

1. fonte: La foto è tratta dal programma “I Cappellani militari”, della serie “La Grande Guerra, 100 anni dopo”, prodotto da RAI Cultura.

[Ultimo aggiornamento: 03.12.2017, alle ore 16:51]

(Visited 167 times, 1 visits today)

Post correlati

  • P. Giovanni Semeria … visto da vicino Quando si parla del Padre Semeria il pensiero corre, veloce, all'intellettuale, alle sue capacità oratorie, ai suoi scritti storici, filosofici, all'esilio causatogli dalla […]
  • P. Giovanni Semeria e la Scienza della Carità  Bibliografia essenziale   Ad una lettura superficiale e parziale della produzione semeriana, non pochi potrebbero essere portati a pensare che il religioso sia passato […]
  • P. Felice M. Sala B. “Padre Semeria Barnabita” (1941) In occasione dell' 84° anniversario della morte del P. Semeria, avvenuta a Sparanise (Caserta) il 15 marzo 1931, rendiamo disponibile, per i nostri lettori, un testo rarissimo, […]
  • P. Semeria e le armi della persuasione Nella prima parte del Programma di Paola Lasi e Peter Freeman "La meglio gioventù", della serie "La Grande Storia", trasmesso il 3 luglio 2015 da RAI 3 HD e condotto in studio da […]

Translate »