P. Giovanni Semeria e i Savoia

VN:R_U [1.9.22_1171]
Vota questo post !
Voto: 5.0/5 (1 voto assegnato)

S. M. la Regina Madre fra i piccoli coloni a Courmayeur

Quando, allo scoccare del nuovo secolo, il Semeria scrisse “all’orologio della storia batte l’ora della democrazia”3, il movimento democratico cristiano era agli inizi e  pareva impossibile, ai più, conciliare la propria fede cattolica, con l’amore di patria e le pressanti rivendicazioni degli ultimi. Non pochi spiriti liberali, delusi dal “Non expedit“, vedevano, quindi, nella Monarchia e nella Conciliazione tra Stato e Chiesa, un’opportunità, concreta, di impegno sociale cristiano, una garanzia nei confronti di un socialismo ateo e rivoluzionario che diventava, col tempo, sempre più virulento e destabilizzante.

Come barnabita, il Semeria, era molto vicino alla famiglia Savoia.  Quando, Carlo Alberto, verso il 1830, decise di “provvedere alla buona educazione cristiana dei figli della nobiltà e dell’alta borghesia”, seguendo le tradizioni sabaude, aveva chiamato i Barnabiti a gestire il Regio Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, nel quale il nostro entrerà, convittore, nell’ottobre del 1881. Più volte, a Torino – dove l’Ordine aveva una sede a San Dalmazzo – Casa Savoia fu da lui indicata come esempio perché “promuoveva la vita religiosa in tutte le sue forme”. 4   La stessa Regina Margherita fu a lui vicina seguendone la formazione oratoria, l’esilio, l’esperienza tragica della guerra e l’opera di carità verso gli orfani. Ma, questa vicinanza non avrebbe costituito, per lui, un limite al vero programma dei cristiani, a quella “sintesi della democrazia” che non consisteva nel salvaguardare questa o quella tipologia di istituzione o di governo, quanto, piuttosto, nell’ essere “a servizio del popolo” perché “se alcuno sta in alto, … non vi è per godersi il posto, ma per compiervi una funzione; non v’è per il bene suo, bensì per il bene altrui. E questo altrui non può essere che il popolo … ancora … troppo materialmente e moralmente infelice.”5 

      

A. La Regina Margherita:

B. Umberto I:

C. Vittorio Emanuele III:

D. Umberto II:

E. Emanuele Filiberto II:

F. La Famiglia Savoia:

 

A. La Regina Margherita:

– F. Momigliano “Fatti e Commenti. P. Semeria e le Conferenze dantesche. Roma 18” su “Il Tempo”, 21.04.1906 [anche in “Fonti e Documenti”, Centro Studi per la Storia del Modernismo, Urbino, n. 13 (1984, pag. 335];

– “Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia“, Parte Prima, n. 92, 19 aprile 1906, pag. 1804;

– “La Settimana” in “Rivista di Romapolitica, parlamentare, sociale, artistica”, a. X, 1906, pag. 263;

– “La festante inaugurazione a tremila metri sul mare dell’Istituto scientifico “Angelo Mosso”. La Regina Madre a convegno con gli scienziati ” nel “Corriere della Sera”, a. XXXII, n. 235, Milano, 28.08.1907, pag. 1;

– A. “Le polemiche intorno al caso di Padre Semeria. In Vaticano si crede a una vasta organizzazione internazionale dei cattolici liberali” in “La Stampa”, n. 265, 23.09.1912, pag. 2;

– C. “Note Vaticane. Padre Semeria conferma che si recherà in Belgio” nel “Corriere della Sera”, a. XXXVII, n. 265, Milano, 23.09.1912, pag. 3;

– “Banished from Italy. Padre Giovanni Semeria of Genoa was sent to Brussels” in “Ottawa Journal”, vol. XXVII, n. 242, Ottawa, 25.09.1912, pag. 14;

– “Pope banisher famous scholar. Padre Giovanni Semeria of Genoa, considered most cultured pulpit orator in Italy sent to Brussels on protest of Mgr. Caron”in “The Times-Democrat”, vol. 49, n. 41.483, New Orleans, Louisiana, 26.09.1912, pag. 15 [la versione in italiano è a pag. 13];

– “Professor Spinazzola Hints at Discovery Valuable to Science – No aid from J. P. Morgan – Italy Would not accept money from him for National Work” in “The Times Dispatch”, Richmond Va, 29.09.1912, pag. 27 [anche in “The Sun”, New York, New York, 29.09.1912, pag. 6, con il titolo “Italy Cannot Accept Funds from Mr. Morgan. Excavation of Herculanium Purely National Affair, Says Prof. Spinozzola. Ask The Pope for Dolls. Orphan Girls Overcome Shyness Before Pontiff and Get Their Request];

– “Famous scholar of Roman Churc sent into exile. “in “Greenville News”, n. 19.123, Greenville, North Carolina, 3.11.1912, pag. 27;

– “Pope ostracises Genoa. Suppresses Pontifical Functions of Churches Following Quarrels”  in “Fall River Daily Evening News”, Fall River, Massachusetts, 4 dicembre 1912, pag. 2 [ con qualche lieve modifica, ripubblicato il 6 dicembre, anche in “Blackwell Daily News “, Blackwell, Oklahoma, 6 dicembre 1912, pag. 1];

– “Deputies Cheer at Anti_Papal Speech. Italian Chamber in Uproar as Minister Attacks One of Pope’s Intimates” in “The Sun and New York Tribune”, New York, New York, 11.02.1913, pag. 6; 

– “Padre Semeria ricevuto dalla Regina Madre” ne “La Stampa”, n. 234, 24.08.1915, pag. 3;

– “‘L’assemblea della “Bonomelli” Il rinnovamento delle cariche” nel “Corriere della Sera”, a. XLIV, n. 72, Milano, 13.03.1919, pag. 3;

– P. Grosso Salini “Margherita” in “La donna italiana rivista mensile di lettere, scienze, arti e movimento sociale femminile”, a. II, n. 12, dicembre, Maglione e Strini, Roma 1925, pag. 853-855;

– G. Semeria (in collaborazione con G. Minozzi) “L’Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia” in “Margherita di Savoia”, Stab. Garroni, Roma 1925, pag. 83 [vedi anche pag. 14];

– G. Semeria “In memoria della Regina Margherita”, Commemorazione letta il 6 febbraio 1925, nella Chiesa di S. Francesco in Moncalieri, per i solenni suffragi promossi dal R. Collegio “Carlo Alberto”, Tip. S. Giuseppe degli Artigianelli, Torino 1927 [ V. Colciago “Note Bibliografiche” in G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, n. 265, pagg. 460-461];

– “Su e giù pel mondo: Padre Semeria ha inaugurato a Courmayeur, la Casa degli orfani di guerra di Genova” in “Il Popolo”, a. XXVII, n. 152, Tortona, 16.08.1925, pag. 1;

– “La Colonia Genovese degli Orfani di Guerra a Courmayeur” in “Il Comune di Genova bollettino municipale mensile”, Genova, a. V, n. 1, 31 agosto 1925, pagg. 928-929;

– “Le truppe saranno passate in riviste stamane dal Principe Ereditario” ne “La Stampa” del 11.11.1925, pag. 6;

– “La Regina Madre ed i Principi alla solenne commemorazione di Carlo Alberto” ne “La Stampa” del 18.11.1925, pag. 6;

– “La giornata della “margherita” a Bordighera.Continua il miglioramento dell’augusta inferma” nel “Corriere della Sera”, a. L, n. 302, Milano, 21.12.1925, pag. 4;

– “La malattia della regina Madre. Costante miglioramento” ne “La Stampa” del 25.12.1925;

– “La Regina Madre ed i Principi alla solenne commemorazione di Carlo Alberto” ne “La Stampa” del 25.12.1925, pag. 6;

– “Notizie piccole del mondo grande” in “I diritti della scuola”, Tip. G. Martinelli, Milano 1925, pag. 613;

– “Il Carroccio”, New York, vol. XXII, a. 1925, pag. 288;

– N. Grimaldi “La vita e il regno di Margherita Regina” in “Aurea Parma rivista di storia, letteratura, arte”, Unione tipografica parmense, Parma 1926, pagg. 69-70;

– M. Michels “Gressoney St. Jean e la Regina Margherita” in “Nuova Antologia”, vol. CCIL, serie VII, fasc. 1307, 1 settembre 1926, pag. 115;

– G. Vittori “Margherita di Savoia: XX novembre MDCCCLI – IV gennaio MCMXXVI”, Edizione a favore degli orfani di guerra di P. Semeria e D. Minozzi, Milano, Via S. Barnaba 28B,  4 gennaio 1927;

– G. Semeria “I venticinque anni di regno di S.M. Vittorio Emanuele III (Discorso)” – In memoria della Regina Margherita (Discorso)”, nel fascicolo «Gioia e dolore» edito dal R. Collegio C. Alberto in Moncalieri, 1926, pagg. 53-67 (vedi “Moncalieri” in G. Boffito “Scrittori Barnabiti”, Olschki, Firenze 1934, vol. II, pag. 586, n. 34 e V. Colciago “Note Bibliografiche” in G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, n. 262, pag. 460];

– “Una lapide alla Regina Margherita inaugurata a Courmayeur” nel “Corriere della Sera”, a. LII, n. 189, Milano, 10.08.1927, pag. 5;

– “La Regina Margherita commemorata da padre Semeria a Courmayeur” ne “La Stampa”, a. LXI, n. 189, Milano, 10.08.1927, pag. 6;

 

(segue a pag. 2) 

 

Note:

1. fonte:G. De Sando “Giovanni Semeria, cappellano militare, padre degli orfani di guerra: ricordi ed aneddoti”, Liber, Milano 1932, pag. 96.
2. Principe di Piemonte dal 1904 al 1946.
3. Atti del Congresso Eucaristico di Venezia del 9 agosto 1897, cit. in G. Semeria  “I miei quattro papi (Leone XIII e Pio X)”, Ambrosiana Editoriale, Milano 1930, pag. 183;
4. G. Semeria “I miei ricordi oratori”, Amatrix, Roma-Milano, 1927, pag. 56;
5. P. G. Semeria  “L’eredità del secolo. Conferenze intorno alla questione sociale”, Donath Editore, Genova 1900, pagg. 9-1
0.

[Ultimo aggiornamento: 09.08.2020, alle ore 14:23]

 

1 2 3