description

Expandmenu Shrunk


Le date … da ricordare

VN:F [1.9.22_1171]
Vota questo post !
Voto: 5.0/5 (1 voto assegnato)

Le date  ... da ricordareAnche se tutti i saggi e le biografie, pubblicate negli ultimi anni sul Semeria, hanno una propria cronologia essenziale relativa al percorso terreno del Padre Barnabita, in questo breve calendario delle date più importanti, faremo riferimento, principalmente, al lavoro certosino del Padre Virginio M. Colciago, anche lui barnabita ed attento studioso del Semeria.  Lo studio, cui rimandiamo per gli approfondimenti, è pubblicato in appendice a: G. Semeria “Saggi… clandestini”, Ediz. domenicane, 1967, vol. II, pagg. 373-394, e rimane, a tutt’oggi, un punto di riferimento per l’essenzialità ed il rigore dei contenuti.    

 

Settembre: 8 L’8 settembre 1907 viene pubblicata l’Enciclica “Pascendi”.
20 Tra il 20 e il 24 settembre 1904, stende per Mons. Bonomelli, il Memoriale sul “Non expedit”
21 Il 21 settembre 1912, P. Giovanni Semeria parte da Genova con destinazione Torino ma la città è solo uno scalo per la sua definitiva destinazione: Bruxelles, dove rimarrà fino al 1915.
22 Il 22 ottobre 1883, compiuto il Noviziato, professa i voti religiosi di Barnabita.
26 Il 26 settembre 1867, Giovanni Semeria nasce a Coldirodi (Imperia). Il padre, Giovanni, è già morto a Brescia di colera (“Sono anch’io, in fondo, un orfano di guerra” (“I miei ricordi oratori“, pag. 6).
28 Dal 28 settembre al 5 ottobre 1930, predica gli ultimi esercizi spirituali alla Congregazione de “I Discepoli” che aveva contribuito a fondare insieme al P. Giovanni Minozzi.
29 Dopo aver lasciato, il 23 settembre, Torino, il 29 settembre 1912 raggiunge Bruxelles dove risiederà presso il Santuario de l’Enfant Jésus.
29 Il 29 settembre 1917, P. Giovanni Semeria lascia il Comando supremo alla volta di Bologna. Il rientro in Italia è condizionato a una implicita ritrattazione dei presunti errori che prese corpo nell’Epilogo di una controversia. Lettera aperta… a proposito del volume «Scienza e fede», del 1919.
  Tra la fine di settembre ed i primi giorni di ottobre del 1916, incontra nella sua abitazione di Via Carducci, ad Udine, Don Giovanni Minozzi, già impegnato nelle sue “Bibliotechine da campo” e nelle “Case del soldato al fronte”. Non si separeranno più e fonderanno, insieme, l’Opera Nazionale per il Mezzogorno d’Italia.
 
Ottobre:   Nell’ottobre del 1892, interviene, come inviato di Leone XIII, al Congresso degli scienziati di Genova, per le Scienze Sociali.
  Nell’ottobre del 1907, fa un giro per i terremotati in calabria.
2 Il 2 ottobre 1904, Mons.  Geremia Bonomelli (1831-1914) vescovo di Cremona  invia a Pio X (1835-1914) il Memoriale, opera del Semeria, in cui si chiede l’abrogazione del “Non expedit”.
2 Il 2 ottobre 1930, concludendo, a Monterosso, la predicazione degli Esercizi spirituali per i direttori dell’Opera, prima che Padre Minozzi consegni ad essi la Regola della nuova Congregazione, dichiara che, pur intendendo rimanere con l’Opera e al servizio di essa, è e vuol rimanere, qual è, Barnabita.
6 Il 6 ed il 20 ottobre 1912, sul settimanale “L’Azione” di Genova, lettere ed elenchi di firme esprimono solidarietà con il Semeria costretto all’esilio.
10 Il 10 ottobre 1877, entra, come convittore, nel Collegio dei Padri Gesuiti “Gerolamo Vida”, a Cremona. Vi rimarrà per quattro anni, dino alla licenza ginnasiale. E’ qui che incontra Don Albertario e Mons. Bonomelli.
22 Il 22 ottobre 1883, compiuto il Noviziato, Semeria professa i voti religiosi di Barnabita (“Non me ne sono mai pentito, né d’averli pronunciati, né di averli pronunciati allora” (“I miei tempi”, pag. 76).
23  Il 23 ottobre 1908, sull’«Unità Cattolica», di cui era direttore, viene pubblicato, da Alessandro Cavallanti, il primo elenco di proposizioni erronee attribuito al Semeria.
 
Novembre:   Nel novembre 1885, comincia lo studio della Teologia. Intanto si occupa dei ragazzi dell’Oratorio S. Cuore di Padre Baravelli, insegna catechismo nella Parrocchia di S. Carlo ai Catinari, visita i malati all’Ospedale della Consolazione e frequenta gli incontri dei Cultori dell’Archeologia Cristiana nei quali conosce G.B. De Rossi.
  Nel novembre del 1902, istituisce ed inaugura la “Lectura Dantis” Genovese, presso la Società Scientifica Cristoforo Colombo.
3 Il 3 ed il 10 novembre 1912, sul settimanale “L’Azione” di Genova, lettere ed elenchi di firme esprimono solidarietà con il Semeria costretto all’esilio.
11 L’11 novembre 1893, P. Giovanni Semeria si laurea in Lettere all’Università di Roma, con il massimo dei voti. In qusto periodo collabora con “L’Ora Presente” del Salvadori.
12 Dal 12 novembre al 25 dicembre 1905, il Semeria predica l’Avvento sulla “Libertà” nella Chiesa delle Vigne a Genova. I testi saranno pubblicati nel volume  “La libertà”, Le Monnier, Firenze 1936.
14 Dal 14 al 17 novembre 1929, riprende, dopo anni, la sua predicazione a Roma, nella chiesa di San Carlo ai Catinari, con un panigirico della Madonna della Provvidenza.
15 A metà novembre del 1897, P. Giovanni Semeria inaugura, con P. Alessandro Ghignoni, a Genova, la Scuola Superiore di Religione per universitari e professionisti.
20 Tra il 20 e il 24 novembre 1904, trovandosi a Nigoline, in casa di Mons. Bnomelli, stende, per lui, il Memoriale sul “Non expedit”.
22 Il 22 novembre 1900, tiene in S. Ambrogio, a Genova, la conferenza “Gente che torna, gente che si muove, gente che s’avvia”.
24 Pio X autorizza il Semeria a prestare il giuramento antimodernistico.
28 Dal 28 novembre al 26 dicembre 1897, il Semeria predica l’Avvento sulla “Questione Sociale” nella Chiesa delle Vigne a Genova. I testi saranno pubblicati nel volume “L’eredità del secolo. Conferenze intorno alla questione sociale”, Pustet, Roma 1900.
30 Il 30 novembre 1909, usa per la prima volta lo pseudonimo dott. Mario Brusadelli pubblicando uno studio aulla filosofia di Sant’Anselmo nella “Rivista i filosofia neoscolastica”.
 
Dicembre:   Nel mese di dicembre del 1915, è colto da una profonda depressione nervosa. Don Dosio e Don Druetti, Bonomelliani, lo prendono in cura a Ginevra e Villeneuve.
13 P. Semeria consegue la laurea in Filosofia all’Università di Torino.

 

mesi di gennaio-agosto

[Ultimo aggiornamento: 31.05.2015, alle ore 15:01]

(Visited 413 times, 1 visits today)

Post correlati

1 2


Translate »